Europa: Archivio Preparati Pericolosi: interruzione supporto al caricamento massivo

Articolo 45

Archivio Preparati Pericolosi: interruzione supporto al caricamento massivo

L’ articolo 45 del regolamento CLP prevede che gli importatori e gli utilizzatori a valle che immettono miscele pericolose sul mercato comunichino agli organi designati le informazioni utili in caso di risposta di emergenza sanitaria. L’Allegato VIII dello stesso regolamento definisce il contenuto e la procedura di trasmissione armonizzata per tutti gli Stati Membri.

È tuttavia lasciato ai singoli paesi un certo grado di flessibilità riguardo i canali di comunicazione della notifica in caso di miscele ad uso esclusivamente industriale. Alcuni Stati Membri, tra cui l’Italia, hanno infatti dichiarato che in alternativa all’utilizzo del portale ECHA e fino alla data di scadenza (1° Gennaio 2024) è possibile continuare con l’inoltro della notifica in accordo all’Articolo 45 del CLP secondo le disposizioni nazionali (i.e. notifica all’ Archivio Preparati Pericolosi per l’Italia).

Modalità di trasmissione all’APP

Per le miscele ad uso industriale sarà pertanto possibile procedere inoltrando all’ Archivio Preparati Pericolosi la notifica singola (“Inserisci nuovo preparato”) o caricamento massivo (“Trasmissione notifiche” o caricando il pacchetto di notifiche .zip generato dalla vostra soluzione Selerant).

Da comunicazione dello scorso 15 Maggio 2021 da parte dell’Istituto Superiore di Sanità, si segnala tuttavia che la possibilità di utilizzare la procedura di caricamento massivo rimarrà in vigore solo fino al 1° dicembre 2021 e non oltre. Dopo tale data si potranno inoltrare solamente notifiche singole direttamente dal sito dell’APP.

La cessazione del supporto al caricamento massivo da parte dell’istituto Superiore della Sanità renderà pertanto inutilizzabile la relativa soluzione Selerant (ISS Wizard/IOH Module). Non risultano attualmente inoltre previsti aggiornamenti al formato pubblicato sul sito dell’ISS; sarà in ogni caso nostra premura comunicare eventuali evoluzioni a riguardo.

È in ogni caso a disposizione la relativa soluzione Selerant per la generazione della notifica in accordo all’Allegato VIII.

Segnaliamo infine per completezza che per miscele ad uso al consumatore/professionale immesse sul mercato in Italia è già in vigore l’obbligo di notifica tramite portale ECHA.

Per ulteriori informazioni, vi preghiamo di consultare i seguenti link:

EHS News - Iscriviti alla Newsletter!

Temi: Regulatory Conformità GHS Blogs Environmental Health & Safety